Dopo una lunga lotta con il cancro, ci lascia a soli 52 anni Helen McCrory, conosciuta soprattutto per aver interpretato Narcissa Malfoy, nella storica saga di Harry Potter creata da J.K Rowling, e Polly Gray, nella serie TV Peaky Blinder

Il triste annuncio da parte del marito

Ad annunciare la triste notizia è stato suo marito Damian Lewis, protagonista delle serie TV Homeland e Billions, con cui era sposata da circa 14 anni. L’attore ha infatti comunicato su Twitter: “Ho il cuore spezzato nell’annunciare che dopo un’eroica battaglia contro il cancro, la bella e potente donna che è Helen McCrory è morta pacificamente a casa, circondata da un’ondata d’amore da parte di amici e familiari. È morta come ha vissuto. Senza paura. Dio sa quanto l’abbiamo amata e sa quanto siamo fortunati ad averla avuta nelle nostre vite. Ha brillato in modo luminoso. Vai adesso, Piccola, in cielo, e grazie”.                                                                                                                             La compianta moglie di Damian ha lasciato, purtroppo, anche i loro due figli: Manon, di 14 anni, e Gulliver di solo un anno più piccolo.

La carriera dell’attrice

Ricordiamo brevemente la carriera dell’attrice da poco scomparsa: partiamo con due dei film più importanti, ossia quelli legati alla saga di Harry potter. Helen inizialmente doveva interpretare bensì Bellatrix Lestrange, ma dovette ritirarsi dalle scene a causa della prima gravidanza. Il ruolo successivamente passò, come sappiamo, ad Helena Bonham Carter, quindi Helen infine interpretò la sorella di Bellatrix e madre di Draco Malfoy, Narcissa Malfoy, per i due film “I doni della Morte” parte 1 e 2. Degni di nota sono anche le sue apparizioni nei film: Il conte di Montecristo, Casanova, L’angelo della morte e Skyfall. Ma l‘interpretazione che la portò al successo maggiore fu quella di Cherie Blair, in The Queen, film del 2006, a seguito di svariati anni nella carriera teatrale, tra cui nelle opere Medea e The Deep Blue Sea al National Theatre di Londra.